Arabic Arabic Dutch Dutch English English French French German German Hebrew Hebrew Italian Italian Portuguese Portuguese Russian Russian Spanish Spanish

Il rigido clima invernale mette a dura prova il traffico di mobili

scrivania da ufficio

Il rigido clima invernale mette a dura prova il traffico di mobili

|Gennaio 31, 2018 | News

Temperature gelide, abbondanti nevicate, vortici polari e cicloni bomba sono in genere cattive notizie per i rivenditori. Ma fabbrica di mobili per ufficio di Guangzhou i negozi di mobili nel nord e nel nord-est sembrano aver resistito abbastanza bene al recente ciclo di condizioni meteorologiche estreme... a meno che non abbiano sede qui a Erie, in Pennsylvania, come John V. Schultz Furniture.

"Abbiamo molta neve in Erie, quindi ci siamo abituati, ma niente come quello che abbiamo vissuto", ha detto il presidente John Schultz. Una brutta band creata sul Lago Erie è arrivata da ovest "e ci ha picchiati", ha detto.

"È iniziato la vigilia di Natale ed è stato completamente bianco per tutto il giorno di Natale e praticamente il giorno dopo." A quel punto, Erie aveva registrato quasi 6 piedi di nevicate, infrangendo il record per un periodo di due giorni (tra gli altri record della città e dello stato).

"E questo era in cima a quello che avevamo già ottenuto per il mese di dicembre", ha detto Schultz. "Faceva freddo, quindi non ci siamo davvero sciolti."

Il tempo ha continuato ad essere infelice per tutto il giorno di Capodanno (il totale delle nevicate è salito a quasi 7 piedi da Natale), quindi gli affari erano "inesistenti" durante uno dei periodi tipicamente più trafficati dell'anno del rivenditore. Schultz stima che le vendite nel periodo tra Natale e Capodanno siano diminuite di oltre il 70%.

E il negozio ha lottato per effettuare le consegne dei suoi affari scritti perché le strade di Erie erano impraticabili, tranne in alcuni casi a sud della città, dove Schultz è riuscito a portare i camion sull'autostrada.

Non è esattamente come Schultz sperava di concludere l'anno vecchio o di iniziare quello nuovo, ma spera di recuperare un po 'di terreno.

"Stiamo introducendo alcune altre promozioni ora, a partire dalla prossima settimana", ha detto. "Colpiremo duramente il fine settimana di Martin Luther King, offrendo consegna gratuita e cose del genere per cercare di raccogliere parte di quel business".

Conta anche sulla tipica febbre da cabina per entrare e con quell'aumento delle vendite, anche se ha aggiunto che sa che non si riavrà mai tutto indietro.

Più gestibile

Altrove nel nord, dopo i primi giorni del 2018, la neve e le temperature sotto lo zero sono state scomode ma molto più gestibili, hanno riferito diversi rivenditori.

Detroit ha preso un po 'di neve dopo il capodanno, ma è stato il freddo a fermare davvero il traffico, ha affermato Tom Lias, presidente e CEO di Gorman's Home Furnishings & Interior Design di Farmington, Michigan.

È il tipo di freddo - 8 gradi sotto lo zero - che rallenta il traffico, ha detto Lias. A meno che i clienti non si trovassero nel bel mezzo di progetti con il rivenditore dal prezzo medio a quello di lusso, sono stati rapidi nell'annullare gli appuntamenti e persino alcuni a metà progetto sono stati chiamati a rinviare.

"Abbiamo trascorso un buon capodanno, ma subito dopo si è irrigidito e la prima settimana dell'anno è iniziata un po 'più lentamente rispetto a un anno fa", ha detto.

Detto questo, Lias ha notato che stava già assistendo a un aumento del traffico domenica e lunedì quando è scoppiata la forte ondata di freddo.

Un altro aspetto positivo: il peggio è stato durante la settimana, normalmente un tempo di traffico più lento. "Se hai un'ondata di freddo o una tempesta di neve, spera per martedì o mercoledì", ha detto.

A Boston, Larry Rubin, CEO dei sette negozi Bernie & Phyl's Furniture, era d'accordo con questo sentimento. Il suo mercato è stato colpito da molta più neve giovedì 4 gennaio, seguita da temperature rigide. Il rivenditore ha chiuso tutti i negozi giovedì e ha visto un calo delle vendite di circa il 5% per la settimana, principalmente attribuibile a quella chiusura, ma "gli affari non erano poi così male", ha detto.

"Mi aspettavo che fosse peggio di quello che era", ha detto Rubin. "Probabilmente il 50% della tua attività viene svolta nel fine settimana, quindi se hai una tempesta che cade nel fine settimana, penso che ti faccia molto male", ancora di più quando cade in una settimana di vacanza, ha detto. "Abbiamo trascorso un fine settimana abbastanza buono, con temperature davvero gelide, quindi le persone sono uscite e hanno fatto acquisti".

A circa un'ora a ovest di Boston a Worcester, Massachusetts, il tempo stava tagliando gravemente il traffico a Rotmans, ma il biglietto medio durante il peggio è balzato di circa il 50%.

"I consumatori che entravano erano sostanzialmente un reddito più elevato e alla ricerca di prodotti più costosi", ha affermato Steve Rotman, presidente e CEO. “Inoltre, tendevano a fare più acquisti. Invece di cercare uno o due articoli, stavano cercando una moltitudine di articoli e il tasso di chiusura era molto più alto ".

E poiché c'erano meno consumatori nel negozio, i venditori stavano dando loro più tempo, il che ha segnalato a Rotman che forse il negozio è a corto di personale normalmente (poiché il tempo aggiuntivo portava a biglietti più grandi).

L'ondata di freddo è finita domenica 8 gennaio e le cose si stanno riscaldando bene,  Cina produttore di sedie da ufficio China disse Rotman. Ha chiuso solo un giorno durante quella prima settimana di gennaio e come Bernie & Phyl's, che ha influito sulle vendite, ma "nel complesso le nostre cifre sono aumentate perché siamo stati molto aggressivi nella pubblicità".

Condividi questo post: